top of page

Il valore della stampa - perché è importante stampare le fotografie?

Risposta: perché la fotografia va VISSUTA. Va toccata, ascoltata, sentita, accarezzata, sfogliata. Va inserita in un album, va incorniciata ed appesa sul muro del corridoio o posata sul comodino, va messa nel portafoglio o regalata alla persona che si ama.


Quanto è facile che, seduti intorno ad un album di foto di famiglia, si finisca col raccontare aneddoti, col ricordare quando, come e perché quella foto era stata scattata?


Quante volte hai detto: “sì, prima o poi stamperò le fotografie che ho in digitale”.

L’hai fatto? Lasciami indovinare: no.


Credo molto nel valore delle stampe. Parliamo di un ricordo senza tempo, tangibile, fisico, che non verrà mai dimenticato in una chiavetta usb. Al massimo prenderà un po’ di polvere, ma quella polvere verrà accarezzata via da altre mani che lo sfoglieranno. I vostri figli, i vostri nipoti, potranno toccare la stessa carta e sfogliare le stesse pagine che avete sfogliato voi.



Bisogna aggiungere altro? ❤️


Album con box in tessuto, stampe singole o nel contenitore memory box in legno, stampe su pannello, stampe su tela, stampe opache, lucide, gigantografie... 📜

Mettiamo su carta le emozioni.


Vi saluto con delle parole di Roberto Crotoneo, scrittore:


"Se una volta la foto assumeva valore col passare degli anni, restava in quelle scatole, sul fondo di una cartella, dentro un cassetto – e invecchiava con una certa classe, con quelle venature che si creavano sulla carta, con quell’ingiallimento che era dei libri, che era di certi ritratti sulla tela, che era dei vecchi diari, fogli sparsi, carte da parati – oggi le foto invecchiano tecnologicamente. Quei vecchi scatti alla Torre di Pisa, ma quanto pesano? Ma pensa tu, quel cellulare scattava foto che pesavano 80k e sembravano così nitide. Ho provato a ingrandirle e e si sgranano tutte, non si possono più guardare.

Non sono i colori che sbiadiscono, non è il vento, il sole, l’umidità, la polvere a fare danni. È una sequenza numerica, un dettaglio tecnologico, un sistema binario che dice che non si può più visualizzare e che ti porta a dimenticare troppo presto quelle immagini, lasciate in una cartellina, anch’essa virtuale."



32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page